2017

Iniziative realizzate

Sviluppo progetti

 

Museo Emigrazione Italiana on line

  • Pubblicazione integrale di n. 30 interviste a giovani emigrati all’estero.

Il Progetto dal titolo “Di nuovo in cammino” è stato possibile grazie al contributo della Regione Toscana

  • Pubblicazione degli approfondimenti realizzati grazie ad esperti

 

 

Altrove. Rivista di storia ed intercultura

Pubblicato on line il n. 14

 

Collana “I quaderni della Fondazione”

Pubblicazione del volume:

D. Benedetti, Da Lucca al Capo di BuonaSperanza – Storia e vicende dell’emigrazione italiana e lucchese in Sudafrica.

 

Bollettino Emigrazione

Messa in rete della rivista Bollettino dell’emigrazione. Il progetto si è svolto in collaborazione con il Centro Studi Emigrazione di Roma istituto culturale della Congregazione degli Scalabriniani che conserva alcuni dei numeri del bollettino non in possesso della Fondazione.

 

Didattica Museale

Sviluppo delle attività di attività di didattica museale con le scuole del territorio lucchese e delle provincie limitrofe. Laboratori e visite guidate.

 

Archivio

Arricchimento con nuove donazioni.

Revisione della schedatura in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana, per impegno del Soprintendente dott.ssa Diana Marta Toccafondi, che fornirà gratuitamente il programma realizzato dalla Scuola Normale Superiore di Pisa

 

Biblioteca

Catalogazione dei libri che creano un fondo originale contenendo pubblicazione spesso introvabili.

Progetto realizzato in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana

 

Museo

Apertura per 36 ore settimanali.

Realizzazione degli QR code, testi consultabili on line con la smartphone, messo a disposizione della Fondazione, anche in lingua spagnola, dopo quelli già esistenti in Italiano e in Inglese

 

Piano di comunicazione

In collaborazione con l’Ufficio Stampa della Provincia di Lucca verrà svolta un’azione di promozione dell’attività della Fondazione tramite i mass media locali e nazionali, generalisti e di settore. Questo lavoro verrà sviluppato tramite la stesura e l’invio di comunicati stampa dedicati e il contatto con le redazioni.

 

Aggiornamenti dei siti e della pagina Facebook

I siti www.fondazionepaolocresci.it e www.museoemigrazioneitaliana.org verranno costantemente aggiornati.

Implementazione del profilo di FACEBOOK del MUSEO PAOLO CRESCI, con l'apertura delle pagine FONDAZIONE PAOLO CRESCI e GIOVANI ITALIANI NEL MONDO, dove vengono raccolte le foto inviateci dai giovani emigrati.

 

Progetti in corso di svolgimento

 

Di nuovo in cammino – L’emigrazione giovanile di ieri e di oggi

Il progetto, già illustrato nei precedenti consigli, ha avuto lo scopo di promuovere la conoscenza della storia dell'emigrazione specialmente fra i giovani raccogliendo e diffondendo, documenti e testimonianze. Per la valenza culturale e l'attualità del fenomeno emigrazione/immigrazione giovanile, si intende promuoverne la conoscenza con eventi culturali, laboratori, prodotti audiovisivi e numeri monografici della rivista on line “Altrove”. Dal 2014, gli italiani emigrati sono aumentati più degli immigrati residenti in Italia, ogni anno cresce il fenomeno degli italiani che emigrano tanto che il numero di questi (4.637.000) si sta avvicinando a quello degli stranieri presenti in Italia (5.014.000). Il progetto intende affrontare i temi della nuova emigrazione, che riguarda soprattutto i giovani, per studiarne aspetti sociali ed economici e raccogliere testimonianze, sia come documentazione storica, che per laboratori e materiale multimediale interattivo usufruibile all’interno del museo, destinati agli studenti delle scuole superiori e under 35, volti a sviluppare la consapevolezza delle dinamiche sociali legate alla mobilità, focalizzandone opportunità e criticità.

Il progetto sta creando una rete anche mediante social network per la raccolta testimonianze di giovani italiani trasferitisi all’estero per motivi di studio o di lavoro finalizzata alla realizzazione di un data-base di informazioni sulle opportunità esistenti, ma soprattutto di un report sugli aspetti psicologici alla base della scelta di andare all’estero, sulle difficoltà incontrate, sulle dinamiche di inserimento e i meccanismi di assimilazione culturale. Il progetto in corso di svolgimento prevede la raccolta di interviste ai giovani all’estero in cui raccontano la propria esperienza, offrendo anche strumenti per agevolare chi, come loro, ha deciso di affrontare questa nuova esperienza di vita.

Il materiale, opportunamente schedato, servirà a realizzare un data-base articolato in base ad aree territoriali e di tipologia di richieste da mettere a disposizione dei giovani. Dette interviste costituiranno un importante documento sull’emigrazione attuale, destinato ad arricchire l’archivio storico della Fondazione.

La raccolta di testimonianze di giovani italiani all’estero, pubblicata sul sito www.emigrazioneitaliana.org e utilizzata per un cortometraggio da diffondere nelle scuole e che mettere a disposizione di associazioni di volontariato, operatori nel settore giovanile, ecc.

Tale progetto è stato finanziato dalla Regione Toscana, nell’ambito del Piano Integrato della Cultura 2016.

Ad oggi sono stare realizzate oltre 30 interviste a giovani italiani nei seguenti paesi: Stati Uniti, Canada, Germania, Inghilterra, Estonia, Australia, che si aggiungono a quelle di cui è in corso la realizzazione in Italia.

 

Zeffirino Poli e il film “Poli’s Wonderland

Zefferino Poli, in America conosciuto come Sylvester Zefferino Poli, è uno dei più importanti e dimenticati pionieri del cinema americano. Poli nasce nel 1858 a Bolognana nel Comune di Gallicano, poi si trasferisce a Piano di Coreglia con tutta la famiglia. In cerca di fortuna, emigra in America come figurinaio e alla fine dell’Ottocento approda a New York. I primi anni di vita americana furono terribili ma presto però la sua fortuna mutò. La giovane moglie le suggerì di abbandonare l’attività di venditore ambulante e di esporre in vetrina le statuine di gesso. Inoltre lo convinse a cambiare produzione, non più i soliti gatti ma personaggi celebri ancora viventi o soggetti che dessero maggiormente l’idea dell’arte. Fu un grande successo e nel 1892 Poli si trasferisce a New Haven, in Connecticut, e qui apre il Poli’s Wonderland. E’ il suo primo teatro, ma c’è molto di più. E’ uno di quei locali, molto diffusi all’epoca nominati movie palace, che ospita gli spettacoli più disparati. Poli è uno dei primi in America – e quindi nel mondo- a capire che il cinema sarebbe diventata l’arte del Novecento, e che i lavoratori delle fabbriche avevano bisogno di distrarsi dal pesante lavoro della catena di montaggio. In pochi anni, costruisce un impero che conta più di cento cinema. Oggi questi cinema non esistono più. Uno dei pochi rimasi in piedi è il Majestic Theater di Bridgeport, una città industriale in crisi, a pochi chilometri da New Haven. Abbandonato da decenni, ma rimasto miracolosamente intatto, il Majestic conserva ancora lo splendore della Bella Epoque. Un fatto che non è passato inosservato a un gruppo di cittadini che sogna di recuperare questa preziosa architettura e riaprirla al pubblico.

Luca Perei, Isaak J. Liptzin e Valerio Ciriaci, giovani studiosi dell’emigrazione italiana, in particolare dei figurinai hanno riscoperto la storia di Zefferino Poli ed hanno deciso di trasformarla in un film, Poli’s Wonderland, in collaborazione con il Comune di Coreglia, il Museo delle Figurina di Gesso e dell’Emigrazione. Tale collaborazione è estesa al “Lucca Film Festival” e alla Fondazione Paolo Cresci per il suo ruolo di supporto storico e tecnico.

 

Nuovi progetti

 

Villa Regina e le musiche di Massimo Priviero

Il cantautore Massimo Privero ha presentato nel settembre scorso un nuovo album che parla essenzialmente di "storie di italiani", a partire da ieri fino ai giorni nostri. Si parte dall'emigrazione italiana in Argentina, con un pezzo dal titolo "Villa Regina".

Ad anticipare l'album, è stato creato un blog impostato come un viaggio virtuale e aperto al contributo dei fan che potranno raccontare le loro storie.

Il blog è stato realizzato in collaborazione con la Fondazione ed è stato fatto un link con il sito www.museoemigrazioneitaliana.org

L'album è uscito a settembre e presentato in occasione di un grande evento milanese

 

Progetti realizzati o di prossima realizzazione

 

13 gennaio– Bagni di Lucca Circolo dei Forestieri

Presentazione del volume “Andavano alle figure con Canova e Donatello I gessi di tradizione classica e rinascimentale dei figurinai lucchesi nel centro Europa tra Ottocento e Novecento” di Ave Marchi.

 

6 aprile – Lucca Agorà

Presentazione del documentario “Nuovo Alfabeto Umano” nell’ambito di Lucca Film Festival e EuropaCinema.

Il film racconta il disagio dei migranti una volta arrivati in Italia e le iniziative di un gruppo di volontari di un’Associazione di Milano per offrire loro i primi strumenti per l’inserimento nella nuova realtà.

 

21 aprile – Capannori Biblioteca il Melograno

Presentazione del volume “Andavano alle figure con Canova e Donatello I gessi di tradizione classica e rinascimentale dei figurinai lucchesi nel centro Europa tra Ottocento e Novecento” di Ave Marchi.

 

30 Aprile – 30 giugno - Palazzo di Vetro Porcari

Mostra Il Filo dei Ricordi – Porcari e i suoi emigranti

Documenti, immagini testimonianze dell’emigrazione lucchese

Il collaborazione con Comune di Porcari, Fondazione Lazzareschi Associazione Lucchesi nel Mondo

 

Maggio – giugno - Coreglia Antelminelli

Partecipazione agli eventi legati alla valorizzazione della figura di Zefirino Poli e iniziative rivolte alle scuole del comune per diffondere la storia dell’emigrazione dalla Valle del Serchio

 

Luglio 2017

La Fondazione Cresci in quanto museo di rilevanza regionale ha partecipato al Bando emanato dalla Regione Toscana per il progetto della Regione Toscana, Piano Integrato della Cultura 2017. Il progetto è stato elaborato dalla Fondazione e prevede azioni finalizzate ad ampliare la fascia di utenti del museo con riferimento particolare alle categorie svantaggiate. Le azioni previste ed i prodotti realizzati nell’ambito del progetto concorrono alla realizzazione dell’intervento di ampliamento degli spazi espositivi. Il progetto è risultato 10mo in graduatoria a livello regionale e finanziato totalmente per l’importo richiesto.

 

Agosto 2017

La Fondazione Cresci è stata individuata come soggetto capofila dei musei della provincia di Lucca per il progetto della Regione Toscana, Piano Integrato della Cultura 2017-2018. Il progetto è stato elaborato dalla Fondazione e dalla Provincia di Lucca prevede azioni di adeguamento tecnico funzionale delle varie strutture museali al fine del raggiungimento degli standard previsti per il loro riconoscimento come musei di interesse regionale. Il progetto è risultato 10mo in graduatoria a livello regionale e finanziato totalmente per l’importo richiesto.

 

Luglio 2017 febbraio 2018 Museo Paolo Cresci

Adesione al progetto "Diritti in viaggio verso il futuro: turismo e diritti umani" che prevede il coinvolgimento di Istituti per il Turismo (“Sandro Pertini” di Lucca e “Carlo Piaggia” di Viareggio), l’Istituto Alberghiero “Fratelli Pieroni” di Barga e l’istituto Alberghiero “Guglielmo Marconi” di Viareggio, la Fondazione Campus- Scienze del Turismo e la Scuola Made in un percorso didattico-operativo che, partendo dal recupero della memoria locale, valorizzi e promuova le eccellenze locali attraverso la creazione di pacchetti turistici incentrati sulla storia territoriale e sui suoi valori etici. I soggetti coinvolti sono Associazione Robert F. Kennedy Foundation of Europe ONLUS, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Campus – Laurea in scienze del turismo, Provincia di Lucca, Istituto per il turismo di Lampedusa, Associazione Lucchesi nel Mondo, Unione Comuni della Garfagnana, GAL Parco delle Madonie – Sicilia, Ucooi, Comunità Ebraica Toscana, Istituto Italiano della Resistenza

Il bando dell’U.E. è stato approvato e finanziato e sono in fase di attuazione le attività che coinvolgono direttamente la Fondazione che prevedono percorsi didattici, laboratori, e visite guidate per gli studenti delle scuole superiori della provincia di Lucca aderenti al progetto.

 

20 Maggio - 4 Giugno - Lucca Palazzo Ducale         

AMICO MUSEO 2017

Il tema proposto quest’anno per Amico Museo, che attinge liberamente al tema della Giornata Internazionale dei Musei ICOM, è “Musei e storie controverse”. I musei sono invitati a presentare, partendo dalle proprie collezioni, testimonianze e memorie di episodi controversi e inespressi del passato e del presente, proponendone - attraverso attività di esposizione, interpretazione, discussione, mediazione - la rilettura da più punti di vista e invitando il pubblico a una riflessione critica, libera da passioni, pregiudizi di parte o preconcetti culturali e ideologici.. La proposta di Icom è dunque di riflettere sul ruolo dei musei nella società, se effettivamente questi siano luoghi di confronto aperti anche a tutte òe categorie di utenti anche quelle svantaggiate sia per limiti intrinseci di fruizione che per la difficoltà di approccio da un punto di vista culturale-. Un evento speciale a cui la Fondazione Cresci ha aderito, nell’ambito della manifestazione Amico museo 2017 con l’evento La notte dei musei. con l’apertura del museo dalle ore 21 alle 23 e l’organizzazione di un evento volto alla fruizione del museo da parte di categorie svantaggiate: sono state organizzate visite guidate e laboratori nel linguaggio dei segni, esperienze tattili rivolte ai non vedenti, ecc. basato sulla discussione del “ tema controverso” come proposto dal ICOM individuato nel fenomeno attuale della emigrazione-immigrazione leggibile attraverso i documenti, i filmati e testimonianze di emigrati rientrati in patria.

 

24- giugno – 5 luglio PESARO Pesaro Film Festival

La Mostra internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro (Pesaro Film Festival) è uno dei più importanti festival cinematografici italiani. Ideata e progettata a Roma da Lino Miccichè e da Bruno Torri nel 1965 è giunta quest’anno alla 53° edizione.

Nell’ambito dell’ edizione 2017 in considerazione dei temi sociali affrontati dalla pellicole presentate nell’ambito della rassegna, su invito del direttore artistico del festival Luca Zingaretti, la Fondazione è stata invitata a presentare la Mostra “Popoli in movimento “ che racconta per immagini le vicende dell’emigrazione di ieri e quelle di oggi lette nelle belle e drammatiche fotografie di Francesco Malavolta, ma anche nelle immagini in bianco e nero sbiadite dal tempo, nei disegni acquerellati delle copertine dei giornali illustrati di fine Ottocento. La mostra allestita nella piazza del comune di Pesaro, cuore degli eventi, è stata inaugurata nell’ambito della serata cui hanno partecipato il sindaco di Pesaro Matteo Ricci, Luca Zingaretti, Valter Veltroni e diversi critici cinematografici.

 

5 Agosto - Barga Museo delle torri e delle fortificazioni

Presentazione del volume “Andavano alle figure con Canova e Donatello. I gessi di tradizione classica e rinascimentale dei figurinai lucchesi nel centro Europa tra Ottocento e Novecento” di Ave Marchi.

 

25 Agosto - Barga Museo delle torri e delle fortificazioni

Presentazione del docu-film Arandora Star una tragedia dimenticata e allestimento della mostra

 

5 Settembre Fornaci di Barga

“Dal Serchio al Clyde L’emigrazione femminile dalla provincia di Lucca in Scozia’’

Conferenza dibattito sull’emigrazione femminile dalla Valle del Serchio in Scozia.

 

10 Settembre – Lucca Palazzo Ducale

NOTTE BIANCA

Alle ore 21,00, nel Cortile degli Svizzeri di Palazzo ducale d’intesa con il Museo del Risorgimento spettacolo con musiche di Astor Piazzolla e passi di tango a cura dell’Associazione Tango Querido e presentazione della Mostra “Omaggio della Garfagnana a Astor Piazzolla” prodotta dalla Fondazione sulle origini garfagnine del musicista e sulle vicende dell’emigrazione in Argentina.  

 

Ottobre

Progettazione dell’intervento di ampliamento degli spazi espositivi del Museo Paolo Cresci

Novembre – Barga Istituto Istruzione Superiore Fratelli Pieroni

Nell’ambito del convegno internazionale EUHOFA che opera nella formazione e nel miglioramento della formazione professionale nel settore dell’ospitalità, organizzato dall’Università Campus e dall’ ISI Fratelli Pieroni di Barga, è stata presentata la Mostra 100 anni di sapori toscani nel mondo nell’ambito delle iniziative culturali promosse nell’edizione 2017 da titolo “The Emotion of Tuscan Hospitality”.

Proprio perché questa edizione aveva come scopo far conoscere agli oltre 200 soci Euhofa provenienti da diverse nazioni l’ospitalità, la cultura, le tradizioni e il territorio della Toscana, la mostra ha presentato uno spaccato della nostra storia: l’emigrazione, ed un originale risvolto di questo fenomeno nel settore della ristorazione e della diffusione di prodotti tradizionali che tanto hanno contributo a farci conoscere nel mondo.

 

18 Novembre -10 dicembre – Lucca Palazzo Ducale

LUCCA Fotolux partecipazione alla mostra I – Ʃmigrazioni allestita all’interno di Palazzo ducale

 

16 Dicembre Centro CIAF - Gallicano

Mostra POPOLI IN MOVIMENTO – OGGI COME IERI foto di Francesco Malvolta e archivio della Fondazione Paolo Cresci in collaborazione col Circolo Fotocine Garfagnana. Il tema dei popoli in movimento e dei migranti sarà affrontato con una mostra che abbina alle foto di oggi di Francesco Malavolta, immagini dell’emigrazione italiana di inizio ‘900 della Fondazione Paolo Cresci e copertine storiche della Domenica del Corriere.

 

Dicembre Lucca Palazzo Ducale

Presentazione della donazione di materiale documentario dell’esploratore Adamo Lucchesi originario di Bagni di Lucca che fece molte spedizioni di carattere scientifico e commerciale in Argentina e Brasile visitando terre inesplorate risalendo il corso del fiume Paranà e di alcuni suoi affluenti.

 

Dicembre

Pubblicazione del Calendario 2018 con immagini d’archivio della Fondazione.

L’iniziativa proposta da un’azienda locale che opera nel campo farmaceutico, prevede la stampa di 5000 copie del calendario 2018. In considerazione che il fondatore della Farmacia emigrò nel secolo scorso in America, l’edizione di quest’anno presenterà immagini sull’emigrazione dalla Valle del Serchio. Il calendario, che verrà distribuito come strenna natalizia e quindi non commercializzato, costituirà un efficace strumento per far conoscere la Fondazione e la sua attività.

 

Dicembre

Presentazione del progetto di allestimento del Museo

 

Lucca, 28.11.2017

                                                                                              Il direttore

                                                                                   Arch. Pietro Luigi Biagioni