2012

Iniziative realizzate e Bilancio Consuntivo

Sviluppo dei progetti in corso

Museo Emigrazione Italiana on line

Progetto realizzato nel 2011, nel corso del 2012 è stato potenziato nei seguenti settori:

Realizzazione in Inglese e Spagnolo del Virtual Tour

Realizzazione Voce “Personaggio del mese” che prevede la presentazione, corredata di immagini, di un personaggio legato alla storia dell’emigrazione

Immissione on line di brevi filmati tratti dalle interviste agli emigranti italiani e agli immigrati

Arricchimento delle voci già esistenti con ulteriori approfondimenti dei vari argomenti

Didattica Museale

Sviluppo delle attività di attività di didattica museale con le scuole del territorio lucchese.

Laboratori e visite guidate

Altrove. Rivista di storia ed intercultura

Pubblicazione dei due numeri semestrali on line

Collana “I quaderni della Fondazione”

Sostegno e pubblicazione della ricerca sulla storia dell’emigrazione lucchese attraverso fonti italiane e scozzesi sulla storia dell’emigrazione barghigiana in Scozia.

Il libro “La via della Scozia. L’emigrazione barghigiana e lucchese a Glasgow tra Ottocento e Novcento” è stato presentato all’Istituto Italiano di Cultura di Edimburgo lo scorso mese di Maggio.

Pubblicazione del “Bollettino dell’emigrazione italiana”

Nell’ambito di questo progetto è stata realizzata l’informatizzazione dell’indice realizzato da Francesco Cordasco già consultabile sul sito della Fondazione.

A breve sarà possibile consultare on line le pagine del Bollettino che fu pubblicato dal 1902 al 1927, per un totale di n. 332 fascicoli

Attualmente sono state digitalizzate le pagine relative a circa il 60% del totale. Sono stati presi accordi con il C.S.E.R. di Roma per poter accedere alla loro banca dati delle pubblicazioni in loro possesso già digitalizzate e, mediante uno scambio di prestazione di lavoro, completare l’opera

Nuovi progetti

Donazione Gemma Gabrielli Rosi.

A seguito della scomparsa del prof. Carlo Gabrielli Rosi, gli eredi hanno deciso di donare al Centro Tradizioni Popolari e per esso alla Fondazione Paolo Cresci, la raccolta di oggetti etnografici pazientemente raccolti nel corso di molti anni, restaurati, catalogati ed allestiti in un piccolo museo privato nella casa di Bagni di Lucca.

Detti oggetti sono rappresentativi della realtà agricola e paesana della Media Valle del Serchio e risalgono ad un periodo che va dall’Ottocento agli anni ’50 del secolo XX.

E’ allo studio il progetto di allestimento di uno spazio espositivo che non vuol dare una rappresentazione esaustiva del mondo contadino e tradizionale quanto piuttosto costituire un punto di rimando alle varie realtà etnografiche presenti sul territorio. Una sorta di laboratorio di avvio al percorso sulle tradizioni popolari di cui la provincia di Lucca mantiene ancora importanti testimonianze.

Astor Piazzola

In occasione del 20° anniversario della scomparsa del musicista di origini garfagnine, la Fondazione ha partecipato all’organizzazione del Concerto in omaggio a Piazzola “Il nostro Tango” durante il quale si è esibito il gruppo musicale Quintetto Q 5 Tango.

Archivio

Digitalizzazione dei documenti cartacei con contributo di finanziamenti PIC

Schedatura documenti.

E’ stato notificato dal Ministero per i Beni e le Attività culturali il patrimonio archivistico della Fondazione.

La Storia in piazza

La Fondazione ha partecipato all’importante evento organizzato a Genova da CISEI (Centro Internazionale Studi Emigrazione Italiana) durante il quale si sono incontrate la più importanti istituzioni che si occupano di emigrazione italiana

Notte Bianca

La Fondazione ha partecipato all’iniziativa promossa dal Comune di Lucca il 25 Agosto.

Per l’occasione il Museo è rimasto aperto anche nelle ore serali e per l’occasione la Compagnia Teatrale “La Ribalta” di Gallicano ha presentato letture di memorie e lettere di emigranti lucchesi.

Collaborazione con il Centro Tradizioni Popolari

La Fondazione ha provveduto ad organizzare il servizio integrativo per l’apertura estiva del Museo “ Don Luigi Pellegrini” di San Pellegrino mediante l’assunzione a tempo determinato di due dipendenti

Ha curato la parte amministrativa della XXXIV Rassegna nazionale di Teatro popolare. La tradizione del Maggio

Ha curato inoltre la Direzione del Museo di San Pellegrino

Altro

La Fondazione collabora fattivamente alla pubblicazione di opere in cui vengono presentate immagini di emigrazione.

Nel 2012 la Fondazione ha dato il suo contributo di immagini per:

la mostra organizzata a Genova in occasione della manifestazione “la Storia in piazza”,

per la produzione televisiva americana “The Italian Americans”,

per la rivista australiana “Cultural Studies Review”,

per la pubblicazione de “Il quaderno dell’Unità d’Italia” a cura Ernesto Galli della Loggia

per l’Accademia della Crusca,

per la Soprintendenza Archivistica Toscana,

per il volume “GIOVANNI PASCOLI. Vita, immagini, ritratti” (Grafiche Step editore, Parma 2012) di Gianfranco Miro, Gori Rosita Boschetti e Umberto Sereni,

per il musicista Lebotti

La Fondazione ha contribuito alla realizzazione di una puntata del programma televisivo “Sereno Variabile” in cui sono stati intervistati degli emigranti contattati dalla Fondazione stessa e si è parlato di Astor Piazzolla